/Villa Lazzaroni, il municipio sta per essere spostato?

Villa Lazzaroni, il municipio sta per essere spostato?

Il PD insorge contro l’imminente spostamento degli uffici di Villa Lazzaroni nella sede di Cinecittà. La presidente Lozzi: “Non è vero”

villa-lazzaroni

Quale sarà il futuro degli uffici municipali di Villa Lazzaroni è una domanda che è rimasta in sospeso fin dal marzo 2013, da quando cioè fu decretato l’accorpamento dei municipi IX e X nell’attuale VII.

Già allora tutti noi residenti nei due ex municipi ci chiedemmo dove saremmo dovuti andare a fare i documenti d’ora in poi, ma nessuno sapeva cosa rispondere. “Per ora resta tutto così, non sappiamo cosa succederà”, mi hanno risposto a quei tempi i diversi amministratori locali a cui l’ho chiesto più volte (sì, il mio blog esisteva già a quei tempi, e da ben tre anni).

Per vari motivi strutturali molte attività vennero collocate nella sede dell’ex X, decisamente più grande di quella di Villa Lazzaroni. Ma da allora più o meno il nulla, fino a ieri.

Il post di Francesca Biondo

Ieri, infatti, la consigliera municipale PD Francesca Biondo ha pubblicato un post in cui ha dichiarato “No allo spostamento degli uffici del Municipio da Villa Lazzaroni!”.

Si legge nel post della consigliera: “Siamo venuti a conoscenza dell’intenzione della maggioranza del Municipio di procedere allo spostamento dei servizi amministrativi presso la sede del Municipio di Cinecittà, con conseguente svuotamento di ogni funzionalità dalla sede del Municipio di Villa Lazzaroni”. Cosa che “andrebbe inevitabilmente a deteriorare dinamiche storiche, di rapporto con il territorio, consolidate negli anni e causerebbe un allontanamento di molti cittadini del nostro Municipio dalla pubblica amministrazione”.

Per questo motivo, si legge ancora nella nota, il gruppo PD ieri ha presentato una mozione urgente per chiedere informazioni a riguardo. “La Presidenza del consiglio municipale ci ha però risposto che la mozione a loro avviso non era urgente e pertanto non ci ha permesso di discuterla. La discuteremo al prossimo consiglio. Non abbassiamo la guardia ma intanto dateci una mano ad informare i cittadini di questo ‘pericolo’ affinché questa battaglia sia condivisa e partecipata!”, conclude Biondo.

La risposta della presidente Monica Lozzi

Nega qualsiasi intenzione a riguardo la presidente del Municipio VII Monica Lozzi. “Nessuno svuotamento di funzioni né abbandono di sede in vista”, ha infatti risposto oggi in un lungo post. Secondo la presidente, la nota del gruppo consiliare PD è costituita da “Informazioni inesatte, frammentarie e con l’unico scopo di creare un clima allarmistico tra dipendenti e cittadini meritano una smentita immediata”.

E specifica: “Nessuno degli sportelli al pubblico: anagrafico, servizio sociale, tecnico e tutto quanto richiede l’interlocuzione diretta col cittadino, avrà una allocazione diversa da quella attuale, da qui consegue, per ovvia deduzione, che non ci sarà alcun abbandono o degrado di una Villa storica come Lazzaroni. Il proponimento di questa amministrazione è quello di salvaguardare il bene ma ancora di più la salute dei dipendenti che ad oggi lavorano in quella sede che tempo e incuria da parte di chi ci ha preceduto, ha reso in parte inadeguata all’utilizzo. Se si arriverà a definire lo spostamento di alcuni uffici sarà per fare migliorie – prosegue Monica Lozzi – e ribadisco non si tratterà di quelli a diretto contatto con il pubblico che resteranno dove sono”.

Le polemiche continuano

Dal canto suo, il gruppo PD continua a sostenere che l’intenzione di effettuare degli spostamenti ci sia eccome da parte della maggioranza, e il dibattito non sembra ancora essersi concluso.