/Storie di donne che aiutano le donne, nel Municipio VII – VIDEO

Storie di donne che aiutano le donne, nel Municipio VII – VIDEO

L’8 marzo 2016 la Casa delle Donne Lucha y Siesta compie otto anni. Ha accolto più di settanta donne in difficoltà e ne ha ascoltate oltre mille

La Casa delle Donne Lucha y Siesta si trova al Quadraro, a via Lucio Sestio 10, in una palazzina degli anni ’20 occupata, di proprietà dell’Atac, che sarebbe dovuta diventare un parcheggio e che invece dal 2008 aiuta donne in difficoltà ospitandole o soltanto ascoltandole.

Lucha y Siesta non è una casa di accoglienza né un centro antiviolenza, ma è anche quello. E’ un luogo nato dall’autorganizzazione delle donne, che lavora in collaborazione con servizi sociali, centri antiviolenza, sportelli per il disagio sociale, con realtà e associazioni delle donne, ma la sua particolarità consiste nell’approccio di “autonomia” delle ospiti e non di “assistenza”.

Sono circa 70 le donne di 12 nazionalità che hanno trovato casa a Lucha. Da agosto a dicembre 2015, ad esempio, sono state ospitate in accoglienza abitativa sette delle 66 giovani nigeriane vittime di tratta approdate a Lampedusa e inserite nel Cie di Ponte Galeria.

Circa 1.100 sono invece le donne che si sono rivolte allo sportello “Consultiamoci”, di cui 150 solo nel 2014. Lo sportello è gestito in collaborazione con l’associazione Freedom for Birth Rome Action Group, e fornisce supporto ostetrico, psicologico e legale a titolo gratuito.

A Lucha y Siesta, inoltre, si svolgono diverse attività come la Sartoria LYS e la Biblioteca BibLYS, corsi di yoga, tango, coro femminile, bioenergetica e fotografia.

Nel 2013 nasce una collaborazione con Chiara Moncada, Marco Vignola e Marianna Ciuffreda, che realizzano gli scatti di una mostra fotografica itinerante e questo video, che racconta della vita della Casa e delle donne che la abitano.

Alla mostra segue il libro “Una mattina ci siam svegliate. storie, racconti e immagini da una casa delle donne autogestita”, finanziato in crowfounding, che è stato presentato l’8 marzo 2016 alle 18.00 presso la sede di Lucha.

All’evento hanno partecipato Dilar Dirik, attivista e ricercatrice curda presso il dipartimento di Sociologia dell’Università di Cambridge e Alessia Dro, filosofa del collettivo Femministe Nove e redattrice di Iaph Italia.

Clicca qui per il programma completo.